marketing emozionale

Il Marketing Emozionale o Emotional Marketing è una strategia di marketing che fa leva sulle emozioni per abbattere le resistenze psicologiche all’acquisto. Le emozioni sono una spinta potentissima perché conducono l’utente/consumatore all’interno di una storia memorabile, coinvolgente, totalizzante.

Considera che ben il 95% delle decisioni di acquisto sono dettate dalle emozioni e solo il restante 5% da motivazioni razionali. In particolare, devi tenere presente che il nostro cervello elabora le informazioni e le decisioni attraverso la cooperazione di due sistemi, uno emozionale e l’altro razionale.

Il sistema emotivo è automatico ed inconscio, scatta rapido e veloce, spesso è difficilmente controllabile e quasi sempre determina le decisioni di acquisto. Il sistema razionale, invece, è più lento, è controllato, avviene a livello conscio ed elabora le decisioni già prese.

Le emozioni sono sempre attive, pronte a recepire e ad agire, fluiscono in ogni parte di noi, ci coinvolgono attivamente e imprimono nella nostra memoria ricordi indelebili.

Obiettivo del marketing emozionale è quello di accendere questi inneschi emotivi al fine di far vivere all’utente-consumatore un’esperienza che lo coinvolga totalmente, che lo appassioni e lo faccia sentire il protagonista di una storia a cui non può rinunciare.

In questo modo, inoltre, tra il brand e l’utente o il cliente si stabilisce un rapporto affettivo, basato su sensazioni positive e su emozioni profonde, fondato sul rispetto e sull’affetto, tutte motivazioni che inducono all’acquisto e, nel tempo, alla fidelizzazione.

Gli ingredienti del Marketing Emozionale

Il Marketing Emozionale ascolta i clienti, ne anticipa i desideri inconsci, li racconta, così stimolandoli, e li soddisfa. Storie capaci di far immedesimare le persone (Storytelling), linguaggio emozionante e appassionante, immagini attraenti e coinvolgenti, ecco gli ingredienti indispensabili per una strategia di Emotional Marketing di successo.

Il linguaggio

Il linguaggio utilizzato dal Marketing Emozionale è capace di coinvolgere tutti e cinque i sensi delle persone e che va ben oltre. Già, perché il Marketing Emozionale è quello che parla al cuore delle persone, tocca corde profonde, entra con delicatezza nell’intimità di ognuno di noi. Qualche esempio?

Pensa alla comunicazione di Barilla, di Mulino Bianco, di Coca Cola, di Ikea, tutti brand nazionali e internazionali che mettono al centro delle loro campagne le emozioni, le storie, le persone e le loro esperienze quotidiane, il modo in cui un avvenimento ci fa sentire e come questo ci rende parte di una piccola comunità che in queste emozioni si riconosce.

Le immagini

Che si tratti di grafiche, di foto o di video, le immagini giocano un ruolo fondamentale nel primo approccio con il cliente, un approccio che è visivo e immediato. Ti basti pensare che alle persone sono sufficienti meno di 3 secondi per vedere una cosa e formulare un’idea positiva o negativa su quel che hanno visto.

Marketing Emozionale: quali sono le emozioni che innescano gli acquisti?

Le emozioni, dunque, ci spronano a decidere e ci spingono ad agire.

Quali sono gli inneschi emotivi su cui puntano le strategie di marketing per favore gli acquisti? Questi sono i principali:

1. Paura

La paura è un’emozione potentissima. Nelle strategie di marketing può essere sfruttata in due modi: raccontando alle persone come quel prodotto o quel servizio può aiutarli a risolvere il problema che temono oppure facendo leva sul concetto di scarsità (ad esempio, quest’offerta scade tra 3 giorniquesta soluzione è disponibile solo per i primi 30 iscritti).

2. Senso di colpa

Anche questa è una potente emozione negativa. Se hai una soluzione efficace e concreta, capace di alleviare il senso di colpa del tuo potenziale cliente, lui te ne sarà grato.

Durante le feste natalizie hai messo su qualche chilo di troppo? Fatti seguire dalla nostra nutrizionista e tornerai in forma...

3. Fiducia

Affinché le persone si convincano ad acquistare da te, dovranno fidarsi di te. La fiducia è basilare in ogni processo di acquisto. In che modo puoi condurre le persone a fidarti di te?

Offrendogli vantaggiose politiche di acquisto e di restituzione dei beni, regalandogli una prova gratuita del servizio, mostrandogli concretamente i risultati che può ottenere utilizzando il tuo prodotto o servizio.

In questo contesto rientrano anche le recensioni (positive) rilasciate in Rete da chi ha già avuto un’esperienza d’acquisto con te. Allo stesso modo, fa’ molta attenzione alle recensioni negative, perché possono attivare un pericoloso passaparola sfavorevole per la tua reputazione.

4. Bisogno di appartenenza

Le tribù esistono da quando esiste l’uomo. Il senso di appartenenza ad una comunità è sempre stato fondamentale per l’uomo, perché lo fa sentire accettato, meno solo e protetto.

Ecco perché oggi per i brand è molto importante costruire una community (magari sfruttando i Social Network) all’interno della quale far sentire i propri clienti partecipi, importanti e al sicuro.

5. Gratificazione immediata

Siamo nell’epoca della velocità, dell’immediatezza: non amiamo perder tempo, tutto quel che vogliamo lo vogliamo subito. Ecco perché sfruttare questo innesco emotivo può diventare una potente spinta all’acquisto.

Vuoi il tuo libro? Potrai averlo in sole 24 ore, insegna Amazon Prime.

6. Valore

Fondamentale è far percepire al potenziale cliente che quel che sta acquistando ha un valore molto importante oppure che, sfruttando quella promozione a lui riservata, sta facendo un vero affare.

Costruisci la tua comunicazione puntando sul valore che quel bene o quel servizio riserva al cliente e lo convincerai ad acquistare.

7. Desiderio di apparire

Anche il desiderio di apparire, di fare tendenza, di essere sempre un passo avanti agli altri (almeno così ci pare) può essere una forte spinta emotiva all’acquisto. Vuoi puntare sulla voglia delle persone di essere di tendenza?

Sfrutta nelle tue campagne pubblicitarie testimonial e influencer.

Strategic Experiential Modules: che tipo di emozioni far vivere alle persone

Gli esperti del Marketing Emozionale parlano di Strategic Experiential Modulesdi Moduli Esperienziali Strategici, ovvero di cinque categorie di esperienze che è possibile far vivere al potenziale cliente da acquisire o al cliente da fidelizzare. Eccole.

1. Sense Experience – Esperienza Sensoriale

Le campagne di marketing in questo caso puntano sul coinvolgimento di tutti e cinque i sensi delle persone, esercitando una forte influenza e caricando di valore il brand, che in questo modo diventerà facilmente riconoscibile e memorizzabile.

2. Feel Experience – Esperienza Emotiva

Il Marketing Emozionale in questo caso fa leva sulle emozioni più intime e profonde delle persone, sulle storie quotidiane, sui racconti di ognuno di noi. Un’esperienza unica ed emozioni intense, ecco cosa riserva questa strategia di marketing al cliente.

3. Think Experience – Esperienza Cognitiva

Un’altra tecnica molto efficace del Marketing Esperienziale consiste nell’indurre le persone a interagire direttamente con il brand, mettendole alla prova cognitivamente o creativamente, ad esempio chiedendo loro di risolvere determinati problemi.

4. Act Experience – Esperienza che induce all’azione

Il Marketing Emozionale può anche far leva su messaggi motivazionali che inducono le persone a migliorare la loro vita, a vivere esperienze inconsuete e originali, coinvolgendolo sia sotto l’aspetto fisico sia sotto l’aspetto emotivo.

Just Do It, ti ricorda qualcosa?

5. Relate Experience – Esperienza Relazionale

Un’altra efficace tecnica di marketing consiste nel puntare sul senso di appartenenza e nell’indurre le persone a sentirsi parte di una community con cui condividere i medesimi interessi, le medesime passioni ed anche i medesimi problemi da risolvere.

L’idea alla base? Far leva sul desiderio di ognuno di noi di migliorare la propria vita o il proprio status sociale.

Marketing Emozionale: le conclusioni

Emoziona, ma fallo con onestà e trasparenza. È questo il principio che premia il Marketing Emozionale, è questo che ti farà conquistare l’affetto, il rispetto e la fiducia delle persone.

Adesso dicci la tua, lo stai già applicando nelle tue strategie di Marketing? I commenti sono a tua disposizione…

Categories:

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.